3 Passi per vivere in Portogallo

Se veramente sei interessato a vivere in Portogallo, allora dovrai iniziare a percorrere un lungo cammino per riuscire a raggiungere il tuo obiettivo.

Questo cammino lo possiamo riassumere in 3 passi più o meno semplici grazie ai quali potrai vivere in Portogallo ed ottenere i famosi benefici fiscali rispetto all’Italia. 

Peró quali sono questi tre passi o obiettivi che devi raggiungere per poter vivere in Portogallo?

Vediamoli piú in dettaglio qui di seguito.

0- Decidere se trasferirsi in Portogallo è una buona idea

Questa é senza dubbio il primo passo che dovrai dare per poter prendere una decisione coerente: ti consigliamo vivamente di seguire questi passi:

1- Leggi il nostro eBook«Vado a vivere in Portogallo?!» per scoprire tutto quello che dovrai fare, dalla A alla Z, per vivere in Portogallo ed ottenere i benefici fiscali.

2- Visitare la zona del Portogallo dove vorresti vivere, se fosse possibile almeno durante un mese per poter scoprire realmente tutti i dettagli e verificare se ti piacerebbe passare lì la maggior parte del tuo tempo.

Non é la stessa cosa fare una vacanza di un paio di settimane o vivere in un luogo durante vari mesi all’anno o definitivamente.

Abbiamo visto molte persone pentirsi rapidamente per non avere fatto questo passo con l’accortezza necessaria.

Una volta che tu abbia realizzato questi due passi, allora sarai realmente preparato per prendere una decisione definitiva: trasferirsi a vivere in Portogallo o no? Dove?

A partire da qui inizia il tuo percorso per realizzare il trasferimento in Portogallo.

 

1- Ottenere la residenza in territorio portoghese

Una volta arrivato/a in Portogallo il primo obiettivo per poter ottenere i vantaggi fiscali è ottenere la residenza in questo paese.

Come fare la residenza? Segui questi passi:

1- Ottieni il NIF provvisorio (Numero di identificazione fiscale portoghese) in qualsiasi ufficio della Finanza della zona dove vai a vivere.

2- Trova una casa in affitto annuale rinnovabile o comprane una.

3- Cambia le utenze di questa casa (Luce – Acqua – Gas – Internet) affinché arrivino tutte a tuo nome.

4- Ottieni il certificato di residenza nel tuo nuovo comune.

6- Fai il NIF definitivo con il tuo indirizzo portoghese sempre all’ufficio della Finanza.

7- Apri un conto in banca.

Se vuoi conoscere passo a passo con tutti i dettagli quello che dovrai fare, ti consigliamo di leggere il nostro eBook «Vado a vivere in Portogallo?!» dove troverai una risposta per tutte queste azioni che dovrai realizzare.

 

LA GUIDA DEFINITIVA AL TRASFERIMENTO IN PORTOGALLO

Scopri subito tutti i segreti che nessuno ti ha mai raccontato sul trasferimento in Portogallo: risolvi tutti i tuoi dubbi in meno di 30 minuti, comodamente da casa tua!

 

iNCLUDE 9 BONUS UTILISSIMI Valore 270€ ⇒ Ora solo 4,99€ + IVA

Già+ 3.500 Lettori Soddisfatti

Risparmia +40 ore di ricerche infruttuose su Internet trovando solo informazioni incomplete

Risparmia +2.000 Euro in consulenze e viaggi pilotati 

Evita stupidi errori che possono rovinare il tuo trasferimento e costarti anche +40.000€

 

2- Ottenere lo status di «Residente Não Habitual»

Una volta ottenuta la residenza, il tuo obiettivo principale sarà ottenere lo status di «Residente Não Habitual» [RNH] in Portogallo. Grazie a questo regime fiscale speciale creato dal governo portoghese potrai avere agevolazioni fiscali pagando solo un 10% di tasse durante 10 anni se sei pensionato da lavoro privato oppure ottenere grandi sconti se non lo sei ma fai parte di una delle categorie privilegiate. 

Anche in questo caso sará necessario realizzare diverse pratiche per poter raggiungere il tuo obiettivo.

La maggior parte in Portogallo per poter poi inviare i nostri documenti in Italia all’INPS che sará chi chiuderá il cerchio nel caso fossimo pensionati.

Vediamo subito quali sono le azioni da realizzare.

1- Iscrizione web al sito della Finanza Portoghese.

2- Certificato di residenza storico da ottenere in Italia.

3- Cambiare la domiciliazione della pensione dalla banca italiana a quella portoghese.

4- Realizzare la domanda di «Residente Não Habitual«.

5- Cancellare la residenza italiana – Dichiarazione di espatrio.

6- Iscrizione all’AIRE in Portogallo.

7- Spedizione documenti all’INPS. (Pensionati)

Una volta realizzate tutte queste pratiche, solo dovrai aspettare la risposta finale per sapere se avrai diritto ai vantaggi fiscali o no.

Nel frattempo avrai altre azioni da realizzare per completare pienamente il tuo processo di espatrio.

3- Extra

Prima di poter considerare il processo di trasferimento come concluso, dovrai sistemare ancora alcuni dettagli importanti.

Tra questi ci sono:

1- Assistenza sanitaria per poter ottenere i tuoi diritti in territorio portoghese.

2- Regolarizzazione auto che puó sembrare qualcosa di molto semplice, considerando che si tratta sempre di UE, ma che se mal fatto puó comportare problemi seri: per esempio nel nostro caso sono stati problemi da 10.000€.

Quindi non ti resterà altro che aspettare una risposta definitiva e goderti la nuova avventura di vivere in Portogallo.

Condividi subito questo articolo con altre persone interessate

ad un possibile trasferimento in Portogallo

Gabriele Sala

Gabriele Sala

Imprenditore - Consulente strategico - Business Developer & Analyst - Growth Hacker

Ciao, sono Gabriele Sala, il fondatore di vivereinalgarve.com.

Sono +15 anni che costruisco progetti imprenditoriali ed aiuto anche altre persone a farlo: ho creato vivereinalgarve.com con lo scopo di aiutare chi si vuole trasferire in Portogallo ad ottenere immediatamente tutte le informazioni necessarie per il trasferimento potendo così prendere le migliori decisioni sul tuo futuro fin da subito.

  Gabriele Sala